Aeroporto Grottaglie: si al cargo, non ancora ai voli civili

0
445

Si punta tutto o quasi sul cargo. È quanto emerso dalla conferenza stampa di presentazione dei risultati conseguiti al tavolo tecnico sull’Arlotta, tenutasi ieri mattina presso la sede della Regione Puglia, a Bari. Ad illustrare i risultati e gli investimenti futuri per l’aeroporto Arlotta sono intervenuti il Presidente Nichi Vendola, l’Assessore regionale ai Trasporti Gianni Giannini, l’amministratore delegato di Adp Giuseppe Acierno, i Sindaci dei Comuni interessati (Grottaglie e Monteiasi) e i rappresentanti istituzionali del territorio.

In sostanza, entro il 2015 verranno portate a termine due opere per l’aeroporto: l’allargamento della strada provinciale che collega Monteiasi alla statale 7 per un’ammontare di 12 milioni di euro di fondi FESR 2007-2013 e la realizzazione della pista di rullaggio e l’allargamento del piazzale per un costo di 21 milioni di euro di fondi FAS. Il tutto rientra in un accordo siglato tra Regione, Aeroporti di Puglia, Enac, Comuni e partner industriali. Da ricordare, inoltre, che le risorse per le opere infrastrutturali dell’Arlotta erano inizialmente destinate all’aerostazione di Bari – Palese. “Oggi avviamo un investimento molto importante per il collegamento di Taranto con l’aeroporto di Grottaglie”, ha dichiarato Vendola. “Costruiamo, quindi, le condizioni perché Grottaglie diventi il più importante aeroporto d’Italia dal punto di vista delle localizzazioni industriali. L’intero comparto industriale dell’aerospazio sta guardando con assoluto interesse a Grottaglie come a un luogo di eccellenza, per fare una piastra logistica che possa consentire lo sviluppo dell’attività di cargo”. E i voli civili che fine faranno? Ecco la risposta di Vendola: “I cargo esattamente come i voli civili non si determinano per volontà politica, per decreto”. Le attività di cargo “insieme alle altre attività industriali che si svilupperanno, – spiega il Presidente – potranno consentire in futuro anche l’avvio di quei voli civili, che non possono essere frutto di improvvisazione, ma l’effetto di un lavoro importante come quello avviato dalla Regione”.

Non è del tutto soddisfatto il segretario generale della Uil Puglia, Aldo Pugliese, che ha dichiarato: “Siamo compiaciuti per la notizia, ma per quanto importante, questo investimento non offre tutte le risposte alle aspettative della provincia jonica per quello che riguarda l’aeroporto di Grottaglie”. Ed aggiunge: “Siamo quanto meno in ritardo. Poi è necessario ricordare che Grottaglie è nato come scalo passeggeri ed è stato dato in concessione ad Aeroporti di Puglia per lo stesso motivo. E del resto non è un caso che molte società in questi anni abbiano chiesto di utilizzare l’aeroporto per i cargo e che sempre Aeroporti di Puglia abbia risposto di no, non essendo attrezzato”.

 

Ciro Elia

ciro.elia@pugliapress.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here