“Aiuto! Mi si sono rotte le acque” presentazione del libro di Michela Giordano

0
470

“Aiuto! Mi si sono rotte le acque” presentazione del libro di Michela Giordano

Dibattito pubblico sul tema delle adozioni e della famiglia.

Presente l’attrice Beatrice Fazi

SABATO 10 SETTEMBRE 2016 ORE 18,30

SALA CONFERENZE NAUTILUS – TARANTO

Organizzato dal Coordinamento Provinciale dei Conservatori e Riformisti con il gruppo delle “Leonesse” di Taranto, si terrà Sabato 10 Settembre 2016 alle ore 18,30 nella sala Conferenze Nautilus – Taranto Viale Virgilio un incontro dibattito pubblico sul tema delle adozioni e della famiglia: il percorso delle adozioni oggi.

L’introduzione è affidata alla presentazione del libro della giornalista Michela Giordano, “Aiuto! Mi si sono rotte le acque”, che sarà presente all’evento con la curatrice della prefazione, l’attrice Beatrice Fazi. (un medico in famiglia, il restauratore)

A coordinare i lavori la vice coordinatrice provinciale dei CoR Taranto, l’ing. Francesca Colaninno. Seguiranno interventi programmati:

Adozione in Parlamento, Cai e rimborsi stanziati dal governo on. dott. Roberto Marti (CoR)
Associazione onlus per le adozioni dott.ssa Viti Del Prete
Aspetti normativi dell’adozione e testimonianza personale Avv. Alessia Margherita
Conclusioni: on. Avv. Gianfranco Chiarelli (CoR)

Interverrà il maestro di violoncello Lilia Mastrangelo

MICHELA GIORDANO

«A noi genitori in attesa di un “abbinamento” non pensa nessuno. Gli anni passano, e non c’è nessun esponente politico che prenda le nostre difese. E nel frattempo noi dobbiamo continuare a compilare istanze e passare in rassegna i tribunali, senza perdere la speranza», racconta a tempi.it Michela Giordano, giornalista e scrittrice del libro Aiuto! Mi si sono rotte le acque. Come sopravvivere nella giungla delle adozioni (Editrice Punto Famiglia, 67 pagine, 9 euro). La sua attesa ha avuto un lieto fine, chiamato Aurora. Una bambina di 20 giorni, italiana, “abbinata” a Michela e a suo marito, quando il libro era già pronto per andare in stampa. Ed è arrivato il capitolo conclusivo: «Il libro era nel cassetto, pronto da tempo. In cuor mio avevo sempre sperato che l’unico modo giusto per terminarlo fosse raccontando che il tribunale ci aveva chiamato. Un po’ per scaramanzia non l’avevo mai considerato finito, anche se la speranza era persa da tempo. Poi, il miracolo». Talmente inaspettato che Michela racconta di aver fatto tutto lo shopping per il bebè in una sola mattinata: «Una neomamma passa la gravidanza a fantasticare sulle cose da comprare per il neonato. A noi non è mai stata data la possibilità nemmeno di sperare, Aurora è arrivata in un giorno così, come tanti altri, dopo otto anni di attesa».

BEATRICE FAZI

Beatrice Fazi : Inizia a lavorare in teatro nel 1992, recitando nel Signor G. ovvero Il vecchio e il gatto di M. Greco. Nel 1996 partecipa alla minifiction di Rai 3, In fuga, regia di M. Puccioni, e recita in Casamatta vendesi di Antonio Orlando.

Nel 1997 è nel cast del film Cosa c’entra l’amore, diretto da Marco Speroni. Inoltre partecipa al programma in onda su Rai Due, Macao, regia di Gianni Boncompagni. Il vero debutto televisivo però è nella trasmissione di Rai Tre, Avanzi, a cui fa seguito, sempre sulla stessa rete, La piscina, con Alba Parietti.

Nel 2006 partecipa a Suonare Stella, varietà diretto da Gian Carlo Nicotra, interpretando la filippina Corazon.

Nel 2007 diventa popolare grazie al ruolo di Carmela ‘Melina’ Catapano, interpretato nella quinta stagione della serie tv di Rai Uno Un medico in famiglia. Nello stesso anno recita nella commedia Addio al nubilato di Francesco Apolloni, regia di Enrico Maria Lamanna, con Elda Alvigini, Mimosa Campironi, Veronica Logan e Maddalena Nicosia.

Viene riconfermata a Un medico in famiglia anche nella sesta, settima e ottava stagione. Da gennaio 2012 è nel cast della serie TV Il restauratore su Rai 1.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here