Ballottaggi in provincia di Taranto: tutti i risultati

0
1083

provincia di tarant

Nei 5 comuni del tarantino interessati dal voto, ieri è stata giornata di ballottaggi. E il risultato inequivocabile del secondo turno ha delineato verdetti netti e incontestabili. A Ginosa, Grottaglie, Laterza, Massafra e San Giorgio Jonico il dato dell’affluenza, rispetto al primo turno ha segnato un netto calo, attestandosi globalmente al 60.06%, contro il 72.44% del 5 giugno. Un dato provinciale dunque, in calo del 12%.

A Ginosa netta affermazione del candidato Sindaco del M5S Vito Parisi con il 69.89% dei voti validi, che stacca il suo diretto concorrente Vito De Palma candidato del centrodestra, che si è fermato solamente al 30%.

Anche a Grottaglie risultato nettissimo a favore del candidato Sindaco Ciro D’Alò, appoggiato da liste civiche più parte della sinistra, che si attesta sul 65.24% delle preferenze. Il suo avversario del centrodestra Michele Santoro non supera il 35%.

A Laterza confermato Sindaco Gianfranco Lopane, che appoggiato dalla lista civica Laterza2020, raggiunge il 57.07%. Questo a conferma del fatto che la cittadinanza ha ritenuto ottimi i primi 5 anni del suo governo, rinnovandogli il mandato.

A Massafra si è assistito invece al risultato più netto. Il candidato Sindaco Fabrizio Quarto, appoggiato da varie liste civiche più l’apporto dell’UDC, ha raggiunto il 72.2% delle preferenze, staccando il suo diretto avversario del centrodestra Raffaele Gentile, fermo al 27%. Un risultato netto, oltre le attese. Voglia di cambiamento o forse sonora bocciatura verso l’amministrazione uscente.

E per finire eccoci a San Giorgio Jonico, dove il risultato è stato in bilico fino all’ultimo, ma ha premiato di poco il candidato Sindaco Cosimo Fabbiano ( Udc+civiche+ Sel), che ha ottenuto il 52.9% delle preferenze. Un distacco minimo, di soli 5 punti percentuali rispetto al diretto avversario Donato Antonio Ponzetta, che ha sperato fino all’ultimo in un sorpasso al fotofinish, che però non è avvenuto.

La situazione dunque in provincia di Taranto va di pari passo con il risultato avvenuto a livello nazionale. Si registra infatti, un netto crollo della fiducia verso i tradizionali partiti, mentre le liste civiche conquistano 4 comuni su 5, con l’apporto di alcuni partiti di centrosinistra che comunque non comprendono il PD. Forza Italia e PD inoltre, perdono in tutti e 5 i comuni del tarantino. O meglio, ad onor del vero, a Laterza il PD si è imparentato al secondo turno con il candidato Sindaco vincente, ma certo il dato più rilevante è che il partito maggiore del governo nazionale, non ha partecipato in prima persona a nessuno dei 5 ballottaggi provinciali, e perciò è stato immediatamente commissariato già il 6 giugno scorso. Il quinto comune, Ginosa, va invece al M5S, una prova in più di quanto l’elettore abbia voglia di una ventata di novità e che si sia stancato dei vari giochi di palazzo, che in fin dei conti non giovano affatto al cittadino, ma solamente alle tasche dei volponi di turno. La dinamica del voto è questa, il popolo ha scelto, è ora che tutti lavorino per il bene dei loro comuni, magari cooperando insieme in alcuni settori strategici come l’ambiente e la riqualificazione turistica. Perché no?

Domenico Palattella

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here