Carabinieri: controllo territorio

0
271

È di 3 arresti e 26 denunce a piede libero l’esito dell’attività di controllo svolta negli ultimi giorni dai Carabinieri della Compagnia di Manduria. Il Nucleo Operativo e Radiomobile e le Stazioni dipendenti hanno eseguito il servizio di prevenzione dei reati in genere e mirati, soprattutto, al contrasto dei delitti contro il patrimonio e la persona. Le operazioni hanno riguardato anche gli illeciti in materia di circolazione stradale, soprattutto la conduzione dei veicoli senza la prescritta patente di guida. I risultati sono stati decisamente positivi. Le stazioni dipendenti hanno tratto in arresto in esecuzione di ordini di carcerazione: un 63enne di Maruggio, condannato ad espiare la pena di anni 5 e mesi 5 di reclusione perché riconosciuto colpevole di detenzione illegale di armi; un 68enne di Sava, condannato ad espiare la pena di anni 3 e mesi 10 di reclusione perché riconosciuto colpevole di bancarotta fraudolenta; un 38enne di Manduria, condannato ad espiare la pena di anni 3 di reclusione perché riconosciuto colpevole di reati contro il patrimonio. Nel medesimo contesto, sono state denunciate in stato di libertà, all’Autorità Giudiziaria tarantina, 26 persone e più specificatamente: 2 per ricettazione, 4 per furto aggravato, 2 per rifiuto di sottoporsi agli accertamenti psico-fisici per accertare lo stato di ebbrezza alcoolica, 1 per ricettazione, 1 per minaccia grave, 4 porto di armi od oggetti atti ad offendere, 3 per violenza e resistenza a P.U., 2 per violenza privata, 1 per interruzione di pubblico servizio, 1 per possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli, 1 per mancanza del permesso di costruire, 2 per truffa in concorso, 1 per omessa o tardiva comunicazione di incontro di calcio all’autorità di P.S., 1 per guida senza patente in quanto revocata e violazione degli obblighi della Sorveglianza Speciale cui era sottoposto. Inoltre, i militari della stazione di Maruggio hanno contestato, ad un giovane di Pulsano, sanzioni amministrative per un totale pari a € 4.000,00, per raccolta illegale di ricci di mare. Infine 4 sono state le persone segnalate, alla competente Autorità amministrativa, quali assuntori di sostanze stupefacenti, con il contestuale sequestro complessivo di gr.3,00 di hashish, gr.0,5 di eroina e gr.1,00 di marijuana.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here