COMUNE DI TARANTO, ACCERTAMENTI ICI: MANEGGIARE CON CURA

0
1340

Cartelle pazze. Torna l’incubo delle raccomandate verdi inviate a raffica dall’Ufficio tributi del Comune di Taranto. Un paio di anni fa la Tarsu, Tassa sui rifiuti solidi urbani; oggi l’Ici, Imposta comunale sugli immobili.
L’invito ai cittadini, prestare massima attenzione alla comunicazione con relativi allegati, prima di recarsi a uno sportello per compiere il versamento circa “quanto dovuto”. Fra i casi segnalati, con relativa documentazione di un consulente, la palese inversione fra primo e secondo immobile, il primo locato dagli stessi proprietari, il secondo sfitto. La “cartella”, nello specifico, riconosce la seconda casa (in realtà disabitata) come quella occupata dal cittadino, mentre la raccomandata è stata inviata nell’abitazione in cui il contribuente è residente.
Errori del computer, si dice. Proprio per evitare lo spiacevole contrattempo, più prudente leggere meglio l’avviso, sentire un consulente o recarsi presso l’Ufficio tributi di via Anfiteatro negli orari di attività rivolta al pubblico.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here