“Falanto Port Service Center”: un’occasione di rilancio per Taranto

0
469

Centro-servizi-porto-594x450

E’ stato inaugurato ieri, sabato 18 giugno, sul Molo San Cataldo del porto mercantile, il cantiere per l’avvio dei lavori di costruzione del Centro Servizi Polivalente. Esso è stato rinominato “Falanto Port Service Center” e la sua costruzione rientra nel progetto di rilancio turistico della città di Taranto, anche e soprattutto considerato il fatto che dalla prossima primavera giungeranno le navi da crociera nel porto di Taranto.  Il nuovo edificio, infatti, presenta ampi spazi destinati all’accoglienza di crocieristi e passeggeri e ciò consentirà di promuovere con ancora maggiore efficacia il porto di Taranto anche come porto crocieristico in sinergia con gli altri porti pugliesi. L’opera dovrebbe essere inaugurata e consegnata alla cittadinanza in un anno circa e nelle intenzioni dovrebbe costituire un ulteriore passo verso una riqualificazione del waterfront ed il potenziamento dell’interrelazione tra porto e città, perché un porto cittadino particolarmente attivo, non può che aiutare tutta la città nel suo rilancio economico e turistico. Un anno dunque, questo 2016, foriero di novità importanti per Taranto, dal lato turistico e dal lato naturalistico, il segno che più di qualcosa si sta muovendo, e che alcuni risultati già si stanno portando a casa: l’aumento del numero di turisti; l’annuncio dell’arrivo delle grandi navi da crociera già dalla prossima primavera; l’istituzione della “crociera del mediterraneo”, da Taranto a Leuca in barca a vela; la costruzione del Centro Servizi Polivalente nel porto cittadino; la riqualificazione della città vecchia. Tutto ciò si scontra con gli annosi problemi che imperversano per Taranto ormai da decenni: la malavita organizzata, la situazione dell’Ilva, il degrado di alcuni punti della città, il diffuso disinteresse per la pulizia della città. Eppure la promozione e il rilancio di Taranto come città d’arte e dunque turistica a tutti gli effetti, non potrà che fare bene anche per le sue indubbie e molteplici problematiche interne, senza dubbio. La sfida è sempre questa, rilanciare Taranto, è dunque arrivato il momento di raccogliere risultati e far vedere che Taranto è altro oltre l’Ilva e la criminalità; Taranto è anche mare, bellezze architettoniche e buona cucina, che non guasta mai.

Domenico Palattella

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here