Festa dei salesiani con 400 ospiti

0
404

Tutto pronto per la Festa Giovani 2016 che quest’anno si svolgerà a Taranto domani 30 aprile e domenica 1 maggio. Il mondo dei salesiani è come ogni anno in festa per l’incontro che vedrà centinaia di ragazzi ritrovarsi in terra ionica in nome di Don Bosco. A pochi giorni dal giubileo dei ragazzi, anche Taranto accoglie un momento importante in cui i giovani sono i protagonisti. Il tema generatore è l’enciclica “Laudato sì”, che permetterà a tutti i presenti provenienti dall’intero mezzogiorno salesiano, di affrontare il caso specifico della situazione ambientale di Taranto. I ragazzi vivranno la testimonianza di una pediatra che lavora nel quartiere Tamburi e di un allevatore che ha il suo allevamento nella zona e che ha dovuto abbattere duemila ovini pieni di diossina.
Il tema di grande attualità vuole stimolare i centri giovanili ad affrontare il tema della salvaguardia del creato legato al tema della sobrietà: “la spiritualità cristiana propone una crescita nella sobrietà e una capacità di godere con poco”. La scelta del luogo e della data vuole essere un modo per essere presenti come giovani cristiani e salesiani in un momento, in una giornata importante per la città in cui convengono a Taranto decine di migliaia di altri giovani e poter lanciare il messaggio forte e importante.
Due giorni in cui il confronto, la festa, la preghiera e la riflessione saranno la guida per i circa quattrocento giovani del Movimento giovanile salesiano dell’ Ispettoria meridionale. Due giorni da vivere nel pieno stile salesiano e nella consapevolezza che i giovani sono i veri protagonisti di cambiamento e crescita, seguendo le orme di Don Bosco, Santo dei giovani, perchè “siamo noi don Bosco!”. E in abbinamento alla giornata è stato indetto un contest: “GiovaniInCorto” che vede protagonisti i gruppi di Salerno, Zurigo, Cerignola, Ottaviano, Soccavo e Mercogliano.
Due i momenti importanti della manifestazione: il convegno alle ore 17 di domani presso l’istituto FMA di via Umbria con la dott.ssa Annamaria Moschetti e con l’ex allevatore Vincenzo Fornaro e domenica 1 maggio alle ore 10.30 davanti alla concattedrale quando tutti i partecipanti alla festa costruiranno un totem per celebrare questa importante iniziativa. A seguire la Santa Messa.
La festa dei giovani si differenzia, rispetto ad altri appuntamenti simili, per la grande attenzione data al protagonismo dei giovani. I giovani sognano, creano, operano, lavorano spinti da quello spirito che porta a dire “ne vale la pena”. Un’occasione in più in cui ognuno possa sentirsi valorizzato e possa avere qualcosa per cui lottare e vivere.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here