Fondazione Taras: “Liberi di tifare!”

0
369

Gentili colleghi, di seguito un comunicato della Fondazione Taras.

La Fondazione Taras contesta nel modo più netto la decisione dell’Osservatorio nazionale delle manifestazioni sportive di vietare la vendita dei biglietti della partita Taranto-Fidelis Andria ai cittadini residenti nellae province di Bari e BAT e di chiudere, per l’occasione, il settore ospiti dello stadio Iacovone.
Il sistema della tessera del tifoso, già foriero di grandi polemiche e di giustificati dubbi di legittimità costituzionale, palesa così la sua inadeguatezza a fronteggiare le questioni di ordine pubblico poste dalle gare ritenute più “calde”.
Auspichiamo per il futuro che non vengano più assunti provvedimenti del genere, che violano il diritto dei tifosi di seguire anche in trasferta la propria squadra del cuore. Rilanciamo, inoltre, l’idea di riaprire un serio dibattito istituzionale sugli aspetti di sicurezza delle manifestazioni sportive, anche su scala nazionale attraverso Supporters in Campo, reclamando il nostro diritto di tifosi e cittadini di esprimere le nostre posizioni, anche critiche, nel rispetto di una democrazia che non sia solo formale, ma matura, effettiva, sostanziale.


Ufficio Stampa “Fondazione Taras 706 a.C.”
ufficiostampa@fondazionetaras.it
www.fondazionetaras.it

L’associazione di promozione sociale “Fondazione Taras 706 a.C.” è la prima associazione di tifosi che ha fondato la propria squadra di calcio. Il 20 Luglio 2012 nasceva infatti la società sportiva dilettantistica “Taranto Football Club 1927“. Il 6 agosto, il Taranto FC 1927 veniva iscritto al campionato 2012-13 di serie D e registrava l’ingresso di nuovi soci. Oggi, la Fondazione Taras possiede il 7% del capitale sociale del club. In riconoscimento del ruolo dei tifosi e del valore del loro contributo, i diritti sociali sono più che proporzionali rispetto alla percentuale di capitale sociale posseduta.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here