L’Editoriale di Francesco Leggieri. Taranto-Catania: squallidi ricordi

0
470

L’Editoriale di Francesco Leggieri

Eccoti.  Sai, ti stavo proprio aspettando. Ero qui, ti aspettavo da tanto tempo, tanto che stavo per andarmene e invece ho fatto bene. Sei il primo mio pensiero che al mattino mi sveglia, l’ultimo desiderio che la notte mi culla, sei la ragione più profonda di ogni mio gesto, la storia più incredibile che conosca. Eccoti, come un uragano di vita e ora sei qui… (Max Pezzali, 2004). Anche a voler solo immaginare un testo più appropriato, non ci si riuscirebbe a crearne uno così efficace, atto  far comprendere quale sia l’attesa e lo stato d’animo del tifoso tarantino, per il match che si disputerà domani sera allo Iacovone. Taranto-Catania: da brividi. Impensabile quattro anni fa, mentre il Taranto annaspava in quarta serie e il Catania sognava, addirittura, l’Europa. E invece, eccoti qua. Arrivi col tuo 0 in classifica, molto meglio di un -6 o di qualunque altra penalizzazione inflittati per aver comprato un numero imprecisato di partite (il tuo sport preferito). Sei tornata in riva allo Jonio. Lasciasti nella disperazione una città che stava sognando il rilancio, ripartendo dal calcio. Si, ovvio, mica si comprano da sole le partite. Dall’altra parte c’è sempre qualcuno che accetta… Mica sono scemi i tarantini da non averlo compreso. Ma, permettimi di dirti che, riaffrontarti, guardandoti dall’alto, almeno per il momento è, per questa gente, di una goduria indecifrabile, cara compagine etnea. Chiudo con quel clamoroso “Al Cibali”: era  un messaggio, per gli sportivi in genere, che voleva far comprendere che tutto possa essere possibile nella vita e che invece, mi permetto d’insinuare, forse nascondeva altre squallide verità. Che vinca il migliore domani sera: ovviamente, il Taranto Fc 1927. F.L.

P.s. Giusto per: nonostante i ritardi per la messa in circolazione dei ticket per l’incontro di calcio Taranto-Catania, si va verso il sold-out. Ore 14.45 di sabato 1 ottobre: venduti oltre 4000 biglietti. Domani, sugli spalti, previste non meno di diecimila presenze!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here