Male lo sport in provincia di Taranto: i comuni investono poco o nulla.

0
403

palamazzola-taranto

Un’indagine condotta da Openpolis che ha esaminato e analizzato la spesa pro-capite dei comuni italiani per l’annata 2014, ha evidenziato che i comuni italiani, in media spendono pochissimo per lo sport e per gli impianti sportivi in generale. E poco viene fatto anche in provincia di Taranto, soprattutto riguardo all’accesso dei giovani e giovanissimi alle varie pratiche sportive. Rispetto al dato nazionale, in provincia di Taranto, solo il comune di Statte emerge positivamente dall’inchiesta, dove le varie amministrazioni comunali hanno investito parecchio negli scorsi anni per la promozione sportiva del territorio. Ovvero, se entrassimo più nello specifico dei singoli settori sportivi, vedremo come il dato, anche se a macchia di leopardo, tende a migliorare. A Massafra, la pista ciclabile realizzata dall’Unione dei Comuni “Massafra-Statte-Crispiano”, ha dato alla comunità un luogo sicuro dove poter correre in sicurezza e farsi una sgambata in bici. Nelle stesse Massafra e Crispiano, sono sviluppati gli sport acquatici, ed anche le scuole di tennis e arti marziali sono in netto aumento. A Martina Franca si pratica abitualmente la corsa campestre; a Taranto sono nate interessanti scuole di scherma, mentre il dato più sconfortante è quello che riguarda il sud della provincia di Taranto, nettamente al di sotto del dato nazionale, che per la verità, se rapportato a livello europeo, non è eccelso neanche questo. I giovani dunque, non sono aiutate dalle istituzioni, nel praticare sport fin dalla più tenera età. Purtroppo una vera politica sportiva, magari da praticare nelle scuole, qui da noi non esiste. I modelli scandinavi e americani di educazione allo sport sono lontani anni luce, soprattutto, ahimé, nel meridione, Puglia compresa.

Domenico Palattella

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here