Marcianise-Taranto: le pagelle

0
383

Le pagelle di Marcianise-Taranto:

DE LUCIA 5: subisce complessivamente tre marcature, sulla seconda ha certamente delle responsabilità perché si distende in ritardo. Qualcosina in più avrebbe potuto fare anche nelle altre due reti.

RUSSO 6: qualche errore iniziale, complice forse l’emozione del debutto, ma è giusto premiarlo con la sufficienza per l’impegno profuso.

IBOJO 5: ancora una prova opaca per il centrale rossoblù, colpevole soprattutto nella prima marcatura casertana.

CHIAVAZZO 5.5.: mantiene la sua posizione, mostrando a volte qualche difficoltà di troppo.

GUARDIGLIO 6: nel primo tempo gioca bene, cala sensibilmente nella ripresa così come tutta la squadra.

MARSILI 5.5: sprazzi positivi nel primo tempo, inconcludente nella seconda parte di gara.

CIARCIA’ 5: non dà il giusto apporto alla manovra ionica.

MARSEGLIA 5: non incide nell’arco dell’incontro; nelle ultime apparizioni è parso nettamente in calo.

ALVINO 6.5: efficace nel primo tempo con un assist al bacio a Siclari, che lo sfrutta a dovere; bravo anche in altre circostanze con tocchi raffinati. Paga poi anche lui il secondo tempo inguardabile del team tarantino.

SICLARI 6.5: gran sigillo personale per l’attaccante rossoblù, che potrebbe anche realizzare una doppietta ma spreca la chance a fine primo tempo.

GENCHI 7: altri due gol per il capitano del Taranto, arrivato alla 24° rete in campionato. I suoi centri non bastano però a portare a casa l’intera posta in palio.

VOLTASIO (25′ s.t.) 5: non riesce a fornire il suo contributo.

ANCORA (38′ s.t.) 5.5: ha sui suoi piedi una sola occasione nel finale di match, ma Zeoli para.

SCALZONE (42′ s.t.) s.v.: impossibile da giudicare.

CAZZARO’ 5.5: i suoi ragazzi disputano nel migliore dei modi i primi 45 minuti, che terminano con il meritato punteggio di 3-1 in favore del Taranto. Inspiegabilmente la truppa rossoblù arranca nel secondo tempo, lasciando spazio alle offensive casertane che portano al definitivo risultato di 3-3. Anzi, nel finale a recriminare maggiormente è proprio il Marcianise, che avrebbe potuto conquistare anche il successo. La lotta per il primo posto si ferma allo stadio “Progreditur”; ora al tecnico ionico l’arduo compito di rinfrancare il gruppo per chiudere almeno con dignità questo campionato. Bisognerà migliorare l’attuale quarto posto in classifica per affrontare al meglio la lotteria playoff.

Francesco Calderone

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here