Operazione “Mare Sicuro”: occhio alle scottature e non solo quelle solari

0
511
GUARDIA COSTIERA-CAPITANERIA DI PORTO DI ROMA RIPRESE IN MARE APERTO DELLE MOTOVEDETTE DI STANZA A FIUMICINO A SUPPORTO DEL PATTUGLIATORE CP906 "CORSI" NAVE UTILIZZATA PER LA SORVEGLIANZA DELLE COSTE DEL TERRITORIO NAZIONALE. ALCUNI MOMENTI A BORDO E USCITA DAL COMANDO DELLA CAPITANERIA DI PORTO DI ROMA FIUMICINO

Estate bollente e ricca di novità quella di quest’anno. Nuove norme e operazioni della Guardia Costiera costringeranno i proprietari degli stabilimenti e i bagnanti stessi a tenere gli occhi ben aperti in ambito di sicurezza in spiaggia e in mare.

È ciò che è stato ben illustrato nella conferenza stampa, tenutasi oggi presso la Caserma D’Onofrio della Capitaneria di Porto, in ambito del piano d’operazioni “Mare Sicuro” riferite alle nuove norme per l’estate 2017.

Cap. ANDREA SCHENA

Il capitano di fregata – polizia marittima Andrea Schena, alla presenza del Comandante Claudio Durante, ha assicurato per quest’anno un maggiore e massiccio impiego del personale della capitaneria proprio al fine di evitare incidenti durante la balneazione di abitanti delle zone e turisti. Si inizia già con l’ampliamento di due postazioni fisse della Guardia Costiera: una a Maruggio con un battello pneumatico e una vedetta d’altura e una a Policoro, in modo tale da allagare al massimo il raggio d’azione di eventuali soccorsi.

Importanti norme soprattutto per i proprietari di stazioni balneari. Tra queste la presenza obbligatoria, a partire da quest’anno, di un bagnino ogni 80 m di spiaggia e una postazione fissa e sopraelevata che dovrà essere fissata tra la prima fila di ombrelloni e la battigia. Ma non solo: obbligatoria l’installazione di un defibrillatore e la presenza di altrettanto personale istruito all’uso. Per i proprietari di pedalò in fitto, l’Ordinanza n. 241/2017 – disciplina del diporto nautico- introduce l’obbligo di munirsi di battello per poter soccorrere i propri clienti in mare in caso di pericolo.

Per le spiagge cosiddette “libere” dovrà essere compito delle amministrazioni comunali dei paesi costieri di competenza, attenersi, come ogni anno, alle ordinanze emanate. La più significativa quella che impone l’obbligo di installazione di cartelli informativi di sicurezza per i bagnanti che vogliono usufruire della zona.

Le norme illustrate riguardano anche la regolarizzazione della navigazione in mare in prossimità delle spiagge. Importante novità è il prolungamento della zona di divieto di navigazione, che aggiunge ai 200 m già previsti, un’ulteriore fascia di 50 m utilizzabile per il transito di mezzi di diporto in caso di soccorsi o operazioni importanti.

“Anche i bagnanti però dovranno fare la loro parte” – esordisce il capitano- rispettando tutte le regole esposte e conformi alla salvaguardia del territorio di cui si usufruisce e inerenti alla sicurezza della collettività. “Tolleranza zero per chi dovesse infrangere le normative emanate per la pubblica sicurezza e la tranquilla e sicura balneazione” è stato difatti l’imperativo assoluto della conferenza.

Bollini Blu poi, previsti anche per questa estate per le stazioni balneari che raggiungeranno il top per quanto riguarda sicurezza e strutture a norma.

Il Comandante Durante ha chiuso la conferenza confidando nella collaborazione di tutti in quanto “il buonsenso risolverebbe già il 99 % dei problemi e illegalità riscontrabili nelle affollate stagioni”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here