“Pedalando per la ricerca”: domenica 23 ottobre a Massafra tutti uniti contro la Fibrosi cistica.

0
890

pedalando-per-la-ricerca-foto-1

“Pedalando per la ricerca” è il nome della manifestazione ciclistica di beneficenza, che allieterà la graziosa cittadina di Massafra, domenica 23 ottobre. Sarà la seconda edizione di una manifestazione che già l’anno scorso ha avuto uno straordinario successo, tutti uniti nella lotta alla terribile malattia della Fibrosi cistica. E’ proprio questo lo scopo più importante, oserei dire vitale della manifestazione, ovvero la raccolta fondi per aiutare la ricerca a sconfiggere questa malattia genetica, che non dà tregua. Una malattia che colpisce i polmoni e si manifesta sin dalla più tenera età. Una malattia la cui gestione è nettamente migliorata negli ultimi anni, con un’aspettativa di vita media, che si è alzata fino ai 40 anni di età, ma tanti passi ancora devono essere compiuti. A tal proposito oggi la Fibrosi cistica può essere diagnostica fin da subito grazie allo screening test neonatale, facendo così iniziare le cure del caso fin dalla nascita. Si pensi che 1 persona su 25 in Italia, è portatrice sana della malattia. Sono stati fatti passi da gigante, ma la ricerca non si è fermata e non si deve fermare, per questo Massafra, domenica 23 ottobre sarà in prima linea per la raccolta fondi e per una giornata all’insegna del benessere e del sano sport, sano come può essere il ciclismo, che è uno degli sport più completi e più ricchi di fascino. Il ciclismo come volàno della solidarietà, è questo lo slogan, l’elemento essenziale della manifestazione organizzata dall’ASD Ciclismo Massafra, in collaborazione con il Gruppo di Sostegno FFC Massafra. Due validi e autorevoli esponenti, rispondenti ai nomi di Maurizio Brunetti ed Aurelia Oliva, rispettivamente per l’ASD Ciclismo e per il Gruppo di Sostegno FFC, ci hanno parlato dell’evento. In particolare, la signora Aurelia, donna tenace e grintosa, ci ha raccontato della sua drammatica esperienza personale avendo sua sorella, la signora Pina, affetta da sempre, da questa terribile malattia. Mi ha raccontato, commossa, che proprio in questi giorni cade il 40esimo compleanno della sorella, che lotta come una leonessa contro la Fibrosi cistica, ma ciò non le ha impedito di avere un figlio e una famiglia che le vuole bene. Una forza d’animo e di volontà immensa, quella di Aurelia, che ha anche affermato che l’unico scopo della manifestazione è quella di raccogliere quanti più fondi possibili per finanziare la ricerca contro la fibrosi cistica. E’ per il suo lodevolissimo intento, ha trovato fin da subito campo fertile, nell’ASD Ciclismo Massafra, nella persona di Maurizio Brunetti, uno dei componenti più autorevoli dell’associazione, che ci ha parlato dell’importanza di fare beneficenza e del fatto che il mondo del ciclismo è da sempre vicino alla ricerca e incline a manifestazioni di solidarietà, forse più di altri sport. Ci ha raccontato della bellezza di questo sport e della vicinanza dell’ASD Ciclismo Massafra a tutti quei progetti legati alla raccolta fondi per la ricerca, anche oltre quella riguardo la lotta alla Fibrosi cistica. Infatti, altre manifestazioni di solidarietà organizzate dall’ASD Ciclismo Massafra, si sono succedute durante l’annata 2016, e altre ne seguiranno nell’anno futuro, grazie anche all’impegno del presidente dell’associazione, Giovanni Mazzarone. Maurizio Brunetti ha poi continuato elencando un po’ quale sarà il programma dettagliato della giornata di domenica 23 ottobre, che avrà inizio con il raduno dei ciclisti presso Piazza Vittorio Emanuele, domenica mattina alle ore 08.00, a cui seguirà un percorso ciclistico che si snoderà sulle alture di Martina Franca ed Alberobello, dove immersi nella suggestiva cornice dei famosi “Trulli”, ci sarà un piccolo buffet, con il saluto al Gruppo di Sostegno FFC Alberobello, nella persona di Martino De Giorgio, papà guerriero. Subito dopo si farà rientro a Massafra, per proseguire la manifestazione in serata, allo “Sporting club”, con lo spettacolo teatral-musicale dedicato a Domenico Modugno, dal titolo “Tra i pisci spada e i delfini…c’è il mare”. Testimonial d’eccezione dell’evento sarà il Ct della Nazionale italiana di Ciclismo, Davide Cassani, che non farà mancare la sua presenza e la sua solidarietà, il quale sarà appena reduce dal Mondiale di Ciclismo in Qatar. La signora Aurelia, ha inoltre, voluto ringraziare tutti coloro che hanno donato per la ricerca, tutti i commercianti che non hanno fatto mancare il loro appoggio sempre in nome della solidarietà, ed anche il Comune di Massafra, che non ha fatto mancare il suo sostegno concedendo il Patrocinio alla manifestazione. In ultimo entrambi i delegati intervistati, hanno auspicato la presenza di Matteo Marzotto, co-fondatore e vicepresidente della Fondazione per la ricerca sulla Fibrosi Cistica-Onlus, ormai punto di riferimento imprescindibile per tutti i malati. Sarebbe la ciliegina sulla torta ad una manifestazione ancora giovane, ma già meritevole di salire alla ribalta nazionale, perché completa, perché realizzata senza scopo di lucro, e con un unico grande obiettivo, quello della ricerca e della solidarietà. Ed è cosa rara nel mondo di oggi, perché tante manifestazioni pseudo-solidali nascondono l’inghippo, la presa in giro e il lucro. Quindi un plauso, davvero grande e commosso va a chi è stato in grado di muovere questa macchina della solidarietà e organizzare tutto ciò. La dimostrazione che anche dalle nostre bistrattate parti si può fare qualcosa di importante legata alla beneficenza, quella vera.

pedalando-per-la-ricerca-foto-2

Domenico Palattella

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here