Pioggia di tangenti al Comune di Taranto.

0
1148

Il gip di Taranto, Dr. Giuseppe Tommasino, ha emesso il decreto di sequestro preventivo di confisca di denaro e beni immobili, per un totale di 1 milione e 478 mila euro, nei confronti di 24 persone, tra cui  figurano 3 dirigenti del Comune, 11 professionisti (architetti e ingegneri e consulenti tecnici) e 7 amministratori dipendenti delle 4 società appaltatrici.

Secondo le indagini della Guardia di Finanza, queste società sarebbero riuscite ad avere dai dirigenti del comune, false attestazioni di buona esecuzione dei lavori ,rimasti in realtà sulla carta e mai eseguiti su edifici della Città Vecchia, intascando così denaro per 725 mila euro, senza alcun controllo o collaudo. I dirigenti, in cambio, ricevevano regali, cene, e somme di denaro dal gruppo di imprenditori.

Questa indagine si inserisce nel più ampio raggio d’azione delle indagini del novembre 2012, condotte dal gip, Dr. Enrico Bruschi, in merito all’appalto denominato “Vicolo 2 – Lotto 3”, che riguardava i lavori di ristrutturazione di edifici della Città Vecchia, finanziata dalla Regione Puglia, per 5 milioni di euro.

L’accusa è di truffa aggravata a danno dell’Ente pubblico, corruzione, omissione di lavori in edifici a rischio di crollo, e falso ideologico.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here