Playoff ancora maledetti: il Fondi elimina il Taranto

0
357

Le stagioni trascorrono inesorabilmente, ma il risultato finale è sempre lo stesso: il Taranto è battuto ed eliminato dal Fondi e dice praticamente addio ad ogni sogno di Lega Pro, attraverso la presentazione della domanda di ripescaggio. La compagine laziale espugna infatti 2-1 lo “Iacovone”, realizzando il gol qualificazione al 122′ con un tiro vincente di Tiscione. Eppure l’inizio gara è dei migliori: ionici avanti al 28′ del primo tempo con un bel colpo di testa di Siclari, imbeccato da Mbida. La gara modifica il suo volto nella ripresa: poche le azioni su entrambi i fronti, ma al 21′ si materializza l’episodio decisivo in favore degli ospiti. Marseglia atterra Meloni, per l’arbitro Lorenzin è rigore e rosso per il difensore tarantino per doppia ammonizione; dal dischetto si presenta Nohman, che non sbaglia nonostante Giordano sfiori la sfera. Il Taranto prova a reagire anche in 10 e va vicino alla marcatura con una conclusione di Genchi, parata egregiamente dal portiere Calandra. Si va ai supplementari: nella prima frazione il team guidato da Mariani colpisce una clamorosa traversa con Pepe, mentre il Taranto di mister Cazzarò gioca sulla difensiva. La formazione tarantina arretra maggiormente il baricentro nel secondo tempo  e a match quasi scaduto subisce il pesantissimo gol di Tiscione, che costa l’eliminazione dagli spareggi. Delusione immensa per i quasi 4000 tifosi rossoblù, spettatori di un’ennesima annata che si conclude nel peggiore dei modi. Nonostante il morale sia a livelli estremamente bassi, la società dovrà adesso ripartire immediatamente per garantire un futuro all’altezza del nome di Taranto. Per il Fondi invece la corsa continua: domenica prossima finale a Francavilla in Sinni per decretare il vincitore del girone H.

Francesco Calderone

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here