Presentazione “La notte di Sigonella”

0
362

“La notte di Sigonella” presentazione del libro e del omonimo docufilm.
45 documenti top-secret dell’amministrazione Statunitense
dimostrano che Bettino Craxi ebbe ragione.
Taranto Giovedì 31 marzo ore 18.00 Sala di Rappresentanza della Provincia. Intervengono: Walter Baldacconi, Direttore responsabile delle redazioni di studio 100 TV notizie,
Martino Tamburrano, Presidente Amm. Provinciale di Taranto,
On. Prof. Claudio Signorile, Accademico di storia moderna e contemporanea, già Ministro del Governo Craxi,
Stefania Craxi, Presidente della Fondazione Craxi.
Ha preannunciato la sua partecipazione il Generale Ercolano Annicchiarico, nostro conterraneo di Grottaglie e all’epoca dei fatti Comandante della Base di Sigonella.
In questo libro, il racconto di Craxi costruito a partire dai suoi discorsi parlamentari, dalle conferenze stampa, dalle lettere, e anche da documenti e appunti inediti, come la documentazione del CESIS e del SISMI, i report del- le conversazioni avute con l’Achille Lauro, fino alle intercettazioni del Mossad e i dispacci del Dipartimento di Stato americano – ci consegna un affresco preciso e puntuale degli avvenimenti de “La notte di Sigonella” che rimane impressa in maniera indelebile come una storia di coraggio, di orgoglio nazione ma anche di umanità, coerenza e lungimiranza politica.
Stefania Craxi: “L’azione di Craxi non è mai stata tesa a lasciare impuniti gli assassini di Klinghoffer, ma semplicemente a far rispettare le leggi italiane ed il diritto internazionale, dimostrando che si poteva e si può essere leali alleati degli Usa e contemporaneamente una nazione sovrana. Ciò che spiace e che se l’Europa fosse stata quella voluta da Craxi e non quella di oggi della Merkel, ci saremmo risparmiati tanti spargimenti di sangue e le tragedie epocali che dal Mediterraneo giungono fino a noi”.
Fa pertanto male osservare che l’Italia di Sigonella, che aveva prestigio e voce in capitolo sulla scena internazionale, oggi non c’è più; basti vedere come sono stati trattati i nostri governi sulla vicenda dei Marò e piu recentemente sull’omicidio del povero Giulio Regeni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here