Presidente Arcigay Taranto: “Sto bene, nonostante i calci e pugni…”

0
1997

Ancora una volta percosso Luigi Pignatelli, presidente Arcigay Taranto. Ecco il suo racconto su facebook: “Gentili amici e gentile amiche, grazie infinite a tutt* per i messaggi di stima e solidarietà. Sono appena tornato a casa. Scrivo questo post per tranquillizzarvi sul mio stato di salute. Non ho escoriazioni né lividi, nonostante i calci e gli schiaffi che mi sono stati inferti nel lungo lasso di tempo in cui ho atteso le forze dell’ordine, davanti a decine di adulti sistemati a semicerchio dinanzi al banchetto (più volte preso a calci da individui di ogni età), spettatori divertiti di una novella lotta tra gladiatori. Il tifo era per i ragazzini (che continuavano a spintonarmi, schernirmi e canzonarmi), al grido unanime “Vid c’ t’ n’ vè da qua, ca tà ste pigghj cu l’ wagnun. Sì nu ricchiòn. T’ na scè da Tarant!”. Tre uomini over 50 mi hanno minacciato di morte, rivolgendomi ingiurie e simulando un coltello alla gola. L’umiliazione è stata enorme. Dedico la mia vita a Taranto, a tutte le sue lotte, le nostre lotte, e l’imperativo “Vattene!” mi ha ferito più della violenza fisica. Dopo 15 minuti dal mio primo post, sono arrivati alcuni miei amici e, nel giro di pochi secondi, sono stato avvolto e protetto dal calore e dal coraggio di decine di studenti e studentesse, le splendide anime che #ArcigayTaranto incontra e sensibilizza nelle scuole dal 2012, i quali hanno creato uno scudo umano per proteggermi. I miei amici e gli studenti hanno ricevuto insulti e sputi dai ragazzini e sono stati ripetutamente colpiti con i paletti di legno che circondavano la fontana, mentre gli adulti che fino a pochi attimi prima mi stavano canzonando si sono allontanati. Una volante della polizia è giunta dopo molto tempo. Uno dei due agenti, che mi conosceva, è stato estremamente gentile. Domani, come è mia consuetudine, sporgerò denuncia e sabato sarò nuovamente al banchetto in piazza Maria Immacolata”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here