Processo a Ilva: dopo la testimonianza del prof. Matacchiera fissate altre due udienze

0
501

Ascoltato ieri il prof. Fabio Matacchiera ambientalista e presidente dell’Onlus Fondo Antidiossina nell’ambito delle udienze del processo per il presunto disastro ambientale causato dall’Ilva. Così scriveva riguardo la nota inviatagli dal Tribunale di Taranto:

“Oggi sarò ascoltato in Corte d’Assise, relativamente alle numerose denunce inoltrate alla Procura di Taranto per quanto riguarda le emissioni industriali. Ricordo anche la denuncia da me firmata sulla contaminazione da diossine e pcb delle cozze del Mar Piccolo che mi sono costate minacce di morte, querele ed una pistola puntata addosso. La onlus Fondo Antidiossina, che io rappresento legalmente, effettuò per prima le analisi su quei mitili e lanciò l’allarme. Le autorità inizialmente smentirono, poi ammisero la pericolosa contaminazione causata da quei congeneri. Tutto questo causò nei miei confronti una gogna mediatica senza precedenti. A Taranto, toccare il comparto mitilicolo può significare anche rischiare la vita”.

Durante la sua testimonianza, in cui il prof. Matacchiera ha fornito e proiettato anche alcuni dei video girati dallo stesso che documentavano l’inquinamento prodotto dall’Ilva, gli avvocati degli imputati hanno presentato delle eccezioni che sono state, però, respinte dalla Corte. Secondo i legali della difesa, alcuni video non potevano essere ammessi perché non inerenti il capitolo di prova. Trattandosi, però, di documenti della Procura, sono stati comunque accettati dalla Corte.

Oltre Matacchiera, hanno testimoniato un ispettore del lavoro in pensione e un funzionario comunale che si occupò del procedimento per le bonifiche.

Altre due udienze inerenti al processo “Ambiente Svenduto”, ricordiamo per presunto disastro ambientale, sono state fissate per il 20 e 21 giugno.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here