Quarant’anni di Studio 100 e non sentirli di Francesco Leggieri

0
701

FB_IMG_1462688997694FB_IMG_1462370256613di Francesco Leggieri
A volte, per narrare una storia, sei obbligato ad usare la prima persona. Giornalisticamente non è corretto. Ma ditemi voi, come potrei descrivere le mie emozioni per conto di altri? Se una cosa la vivi ed è quasi esclusiva, perché condividerla? Scherzi a parte, sentirsi partecipi di un evento, seppur da radioascoltatore, è comunque la descrizione di attimi della propria vita, dei vent’anni. Quel 6 maggio del 1976 fa parte dei mie ricordi e di chiunque credesse nella riscossa di questa città. Studio 100 non era la prima radio nata a Taranto, c’erano già radio Taranto, radio Taranto centrale e forse qualche altra, ma si capì subito dallo stile, dal modo in cui conducevano le trasmissioni i suoi collaboratori, che avesse una marcia in più. Quarant’anni vissuti al servizio della gente con grinta e passione. Iniziarono il 6 maggio del 1976 le trasmissioni, in questo modo: “ ‘Toc! Toc!’, Siamo Studio 100 Radio”. Con questo annuncio Ugo Briganti iniziò quella splendida storia. Gli studi erano in via Berardi 47, sesto piano con terrazzino. Nacque per volere di Mariano Melucci e Antonio Cavallo. A metterla in pratica, ci pensò Ugo Briganti, allora tecnico in erba, oggi esperto nel campo della comunicazione. Fu la prima radio a trasmettere per tutta la giornata, “24 ore in stereofonia” lo slogan legato al marchio più longevo nella storia della radiofonia locale, e restare fedele ai suoi 100 mhz. Direttore era il giornalista Gianni Tursi, addetto alle pubbliche relazioni dell’allora Italsider (oggi Ilva). Trasmettevano da quel sesto piano di un palazzo che fa angolo con via Principe Amedeo, oltre allo stesso Briganti, Nelly Guardone, Francesca Scarcella, Angela De Bartolomeo, Peppe Ortuglio, Aldo Carelli, Claudio Frascella, Pino Campanelli, Angelo Esposito, Andrea Iannotti, Francesca Francescheti, Augusto Ferreri, Cesare Natale. Per qualche ricordo di quei tempi, mi sono rivolto ad Ugo Briganti e Claudio Frascella, pionieri della radio, ancora oggi legati a quel marchio storico. Con Ugo, ho scoperto come è nato il nome Studio 100. “Con Mariano, da sognatori e amanti della disco, avevamo un po’ fantasticato sul nostro futuro, tanto da rifarci allo Studio 54, la nota discoteca di New York, per oltre 50 anni la capitale mondiale della musica – ci racconta Briganti – ma dovevamo chiamarci Studio 101, per via della frequenza. Ma radio Taranto Centrale modulava già sui 101 mhz ed eravamo caduti nello sconforto. Ma la fortuna volle che fossero liberi i 100 mhz e ci salvammo in calcio d’angolo, acquistando un’attrezzatura tarata proprio col numero 100”. A questo punto ci andrebbe un aneddoto. “Si, ce n’è uno fantastico. Partimmo in tre, a la volta dei Viareggio, per recarci alla Bussola dove si sarebbe esibito il mitico Barry White. Avevamo un rudimentale registratore ma ottimo per quei tempi. Riuscimmo a fare una registrazione pirata di quel concerto e lo mandammo in onda sulla nostra radio, al ritorno a Taranto. Intervistammo anche Fred Bongusto ma eravamo talmente emozionati che il cantante molisano si fece domande e risposte… Era un grande dell’epoca Fred!”. A Claudio Frascella abbiamo chiesto della sua “Italianamente vostri”, un programma che proponeva le canzoni più belle del panorama musicale italiano. Oltre ai suoi amati Pooh, con i quali serba una cara amicizia, Claudio, trasmetteva le canzoni più romantiche di quell’epoca. Ci ha inviato la classifica dei pezzi più in voga in quell’anno 76, l’anno di Studio 100. Ovviamente, furono poi in tanti a trasmettere per quella frequenza negli anni. Ricordiamo, fra gli altri, Giulio Avarello, Alfonso Tomaselli, Rosellina Abruzzese, Marina Musolino, Mimmo De Padova, Enzo Morelli e Gianni Chiarelli. Gianni Chiarelli si mise in luce con il suo Disco jeans novità, Carla Cellammare, alias Carlotta, ambedue ancora fortissimi e fra i più conosciuti a livello nazionale. Speriamo di poter narrare ancora per tanti anni di quest’emittente, amica della città. Nelly Guardone Ugo Briganti 1

Nelly Ugo e Gianni in regia claudio frascella (1) (Claudio Frascella)

1. Ancora tu – Lucio Battisti [#1]
2. Non si può morire dentro – Gianni Bella [#1]
3. La Tartaruga – Bruno Lauzi [#1, 1975/76]
4. Margherita – Riccardo Cocciante [#1]
5. Ramaya – Afric Simone [#1]
6. Sandokan – Oliver Onions [#1]
7. SOS – Abba [#2]
8. Sei forte papà – Gianni Morandi [#1, 1976/77]
9. Europa – Santana [#2]
10. Fly robin fly – Silver Convention [#4, 1975/76]
11. Johnny Bassotto – Lino Toffolo [#2, 1976/77]
12. Linda bella Linda – Daniel Sentacruz Ensemble [#2]
13. Un Angelo – Santo California [#4, 1975/76]
14. Tu e così sia – Franco Simone [#2]
15. Lilly – Antonello Venditti [#2, 1975/76]
16. Tu ca nun chiagne – Il Giardino dei Semplici [#3]
17. Linda – I Pooh [#2, 1976/77]
18. The Best disco in town – The Ritchie Family [#1, 1976/77]
19. Svalutation – Adriano Celentano [#4]
20. Dolce amore mio – Santo California [#6]
21. Come due bambini – La Bottega dell’Arte [#4]
22. Gli Occhi di tua madre – Sandro Giacobbe [#3]
23. Fernando – Abba [#3]
24. Come pioveva – I Beans [#5]
25. Don’t go breaking my heart – Elton John & Kiki Dee [#3, 1976/77]
26. Canzone d’amore – Le Orme [#2]
27. La Prima volta – Andrea e Nicole [#4]
28. Amore mio perdonami – Juli and Julie [#8]
29. Disco duck – Rick Dees and His Cast of Idiots [#5, 1976/77]
30. Due ragazzi nel sole – Collage [#3, 1976/77]
31. Gamma – Enrico Simonetti [#3, 1975/76]
32. Il Maestro di violino – Domenico Modugno [#3, 1975/76]
33. Music – John Miles [#3]
34. You should be dancing – The Bee Gees [#5, 1976/77]
35. Amore nei ricordi – La Bottega dell’Arte [#6]
36. Preghiera – I Cugini di Campagna [#8]
37. Nuda – Mina [#6]
38. Senza parole – Luciano Rossi [#6]
39. Mondo – Riccardo Fogli [#4]
40. Una Storia d’amore – Juli and Julie [#9]
41. Hurricane – Bob Dylan [#7]
42. Le Tre campane (Les trois cloches) – Schola Cantorum [#6, 1975/76]
43. Could it be magic – Donna Summer [#6]
44. Ave Maria no no – Santo California [#9, 1976/77]
45. King Kong – Jimmy Castor Bunch [#8]
46. Gimme some – Jimmy Bo Horne [#8]
47. Get up and boogie – Silver Convention [#5]
48. Io camminerò – Fausto Leali [#9]
49. Nice and slow – Jesse Green [#7, 1976/77]
50. La Mia estate con te – Fred Bongusto [#12]
51. Sambariò – Drupi [#14]
52. Volo AZ 504 – Albatros [#6]
53. Pagliaccio – Gli Alunni del Sole [#8, 1975/76]
54. All by myself – Eric Carmen [#7]
55. M’innamorai – Il Giardino dei Semplici [#8, 1975/76]
56. Try me I know we can make it – Donna Summer [#12]
57. Resta cu ‘mme – Marcella
58. Soul Dracula – Red Blood [#8]
59. Virgola – Jocelyn [#11, 1976/77]
60. Se mi lasci non vale – Julio Iglesias [#16, 1976/77]
61. Love to love you baby – Donna Summer [#11]
62. Coniglietto – I Romans [#17, 1976/77]
63. Soul Dracula – Hot Blood [#13]
64. L’Anniversario – Domenico Modugno [#9]
65. Dancing queen – Abba [#11, 1976/77]
66. Don’t make me wait too long – Barry White [#10, 1976/77]
67. That’s the way (I like it) – K.C. and the Sunshine Band [#17]
68. Sailing – Rod Stewart [#13]
69. Non lo faccio più – Peppino Di Capri [#14]
70. I’m easy – Keith Carradine [#15]
71. Supersonic band – Jerry Mantron [#14, 1975/76]
72. What a wonderful world – Louis Armstrong [#11]
73. Bobo step – Blue Bahamas [#12]
74. Verità nascoste – Le Orme [#13, 1976/77]
75. E’ lei – I Cugini di Campagna [#15]
76. Knights in white satin – Giorgio Moroder [#10, 1976/77]
77. Histoire d’O – The Lovelets [#16]
78. Salsa soul – Andrè Carr [#14, 1976/77]
79. Let the music play – Barry White [#18]
80. Che male fa – Matia Bazar [#17, 1976/77]
81. 15 anni – I Vicini di Casa [#17]
82. Se devo vivere (I can’t stop loving you) – Mal [#17]
83. Love hangover – Diana Ross [#16]
84. (Shake, shake, shake) Shake your booty – K.C. and the Sunshine Band [#14]
85. Volando (Sailing) – I Dik Dik [#21]
86. Dirtelo non dirtelo – Loretta Goggi [#18]
87. How high the moon – Gloria Gaynor [#20]
88. Lady Bump – Penny McLean [#21]
89. Come stai, con chi sei – Wess & Dori Ghezzi [#20]
90. Gabbiani – Dario Baldan Bembo [#20, 1975/76]
91. Black Emmanuelle – Bulldog [#18]
92. Heaven must be missing an angel – Tavares [#17]
93. Remember yesterday – John Miles [#18, 1976/77]
94. Il Mio cielo e la mia anima – Sandro Giacobbe [#19, 1976/77]
95. 1, 2, 3, 4, fire – Penny McLean [#22]
96. Do you know where you going to (Theme from ‘Mahogany’) – Diana Ross [#22]
97. Per un’ora d’amore – Matia Bazar [#20]
98. Innamorata – Jacky James [#22]
99. Rythmo tropical – Chocolat’s [#21]
100. Un Uomo che ti ama – Bruno Lauzi [#23]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here