Salgono a tre gli indagati per la morte di Paola

0
247

È in corso in questi istanti la procedura di esumazione, nel cimitero di Crispiano, della salma di Paola Clemente, la bracciante di San Giorgio Jonico morta lo scorso 13 luglio in un vigneto delle campagne di Andria mentre lavorava all’acinellatura dell’uva.

Subito dopo verrà effettuata l’autopsia disposta dalla Procura di Trani nell’ambito dell’inchiesta aperta per omicidio colposo e omissione di soccorso. Salgono intanto a tre le persone indagate: a Ciro Grassi, titolare della ditta di trasporti che portava Paola a lavoro, e Luigi Terrone, responsabile della Ortofrutta Meridionale, azienda agricola per la quale Paola lavorava ad Andria, ingaggiata, tra l’altro, attraverso un’agenzia interinale, si è aggiunto Salvatore Filippo Zurlo, autista della ditta di Grassi che il 13 luglio conduceva il pullman. L’avviso gli è stato notificato ieri sera.

L’autopsia, il cui esito è atteso per alcune settimane, sarà eseguita dal medico legale Alessandro Dell’Erba e dal tossicologo Roberto Gagliano Candela. Parteciperanno anche il prof. Francesco Introna, in rappresentanza degli indagati, e Biagio Solarino, per la famiglia di Paola.

Ciro Elia

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here