Statte, processo Italcave. “Basta alla piaga discariche”

0
81

Riceviamo e pubblichiamo una nota di Vincenzo Conte (Verdi Statte) in merito alla vicenda Italcave.

Se difendere il territorio, la salute e l’ambiente e’ un reato sono destinato ad essere recidivo! Il prossimo 5 maggio ci sara’ il processo nei confronti di 21 manifestanti per aver bloccato i camion carichi di rifiuti provenienti dalla Campania che piovevano percolato. La vicenda delle discariche nella nostra provincia grida vendetta, infatti, sono intorno ai venti milioni di metri cubi le volumetrie autorizzate, che al nostro territorio non servono, ma fanno comodo al business dei rifiuti per affrontare le emergenze che si susseguono in tutta Italia. Le amministrazioni pubbliche, Provincia e Regione le quali hanno al proprio interno -gli stessi politici e funzionari che hanno concesso tali autorizzazioni alle discariche tarantine -sono in attesa di essere processati per l’inchiesta “ambiente svenduto”. Le discariche come bancomat per finanziare le campagne elettorali di partiti e politici; un sistema Archina’ anche in questa attivita’? Le elezioni regionali sono alle porte, ci stanno gia’  dimostrando quanti euro saranno sperperati. Gli assessori che si sono succeduti, Conserva e Mancarelli, per la Provincia, e Nicastro per la Regione, compreso i sindaci Stefano e Miccoli ci avevano promesso di ridurre le volumetrie rivedendo le aia, ma a oggi tutto continua come prima. E’ ora di dire basta a questa piaga delle discariche, che mettono a grave rischio la nostra salute, come nel caso del quartiere Feliciolla di Statte,  e che soffoca l’economia e lo sviluppo della zona pip delle comunita’ vicine, come nel caso dell’Italcave.

LETTERA AVVOCATO

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here