Stupro di gruppo ai danni di una ragazza. 24enne fermato dalla Digos

0
650

L’uomo era ricercato dalla Polizia della Contea del Kent (Regno Unito)

Nell’ambito delle attività di monitoraggio svolte all’interno dell’ Hotspot di Taranto, il decorso 21 febbraio, personale della DIGOS della Questura di Taranto, ha accertato la presenza di un migrante, proveniente da Como, il quale sprovvisto di documenti dichiarava chiamarsi AFGAN Jamal Khan nato in Afghanistan, di anni 24.A seguito di foto-segnalamento, emergevano a suo carico altre identificazioni ed una segnalazione quale richiedente asilo inserita dalla Gran Bretagna nel 2009.Dall’analisi della sua posizione, incrociando ogni identità emersa, sulle Banche Dati Nazionali nulla risultava a carico di HAMIDY Rafiullah.Secondo una prima ricostruzione il soggetto, in questi mesi, avrebbe abbandonato l’Inghilterra con mezzi di fortuna e avrebbe attraversato la Francia, la Svizzera e avrebbe raggiunto l’Italia attraverso la frontiera di Como-Chiasso: qui sarebbe stato individuato come irregolare e tradotto all’Hotspot di Taranto per l’identificazione e il ricollocamento. Un atteggiamento anomalo quello di spostarsi dal nord al sud Europa ripercorrendo al contrario la classica rotta migratoria: indice evidente della volontà di voler scappare da qualcosa o qualcuno. Proprio questa anomalia ha colpito gli investigatori della Digos che hanno deciso di approfondire ulteriormente la posizione del HAMIDY.Il personale, quindi, estendeva le ricerche sul Web: ricerche che portavano al sito ufficiale della Polizia del Kent ove la persona oggetto del controllo risultava essere tra le persone più ricercate della contea, in quanto accusato di aver sequestrato e violentato, in concorso con altre persone, tre ragazze minorenni nella città di Ramsgate il 18 settembre 2016.A seguito di quanto emerso dalle ricerche effettuate, è stata attivata la procedura di Cooperazione Internazionale di Polizia interessando le autorità Britanniche, le quali, ricevuta notizia della presenza di HAMIDY Rafiullah sul territorio Italiano, confermavano che il soggetto era ricercato dalla Polizia del Kent e davano immediatamente corso alle procedure di emissione di Mandato di Arresto Europeo.Contestualmente il migrante, destinatario di un provvedimento di espulsione emesso dal Prefetto di Taranto, veniva trasferito presso il Centro Identificazione ed Espulsione di Brindisi- Restinco e li trattenuto dopo la convalida del provvedimento.In data 26 febbraio u.s. veniva trasmesso dal Servizio di Cooperazione Internazionale di Polizia il Mandato di Arresto Europeo emesso dalla magistratura del Regno Unito ed in data 27 febbraio, la Digos della Questura di Taranto ha proceduto all’arresto di HAMIDY Rafiullah presso il C.I.E. di Restinco -Brindisi. Dopo le formalità di rito questi è stato consegnato alla Casa Circondariale di Brindisi a disposizione del Presidente della Corte di Appello di Lecce per la convalida ed il successivo procedimento di consegna alla Magistratura Britannica.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here