Svolta positiva per i precari dell’Asl

0
552

Si aggiorna positivamente la vicenda dei licenziamenti dei precari annunciati dalla Direzione Asl della città.

Ad informarci è Mino Borraccino, consigliere regionale e Presidente della II Commissione (Affari Generali e Personale) Regione Puglia, il quale giorni fa chiese un’interrogazione urgente al governato Emiliano in merito alla questione.

Dopo una serie di incontri tenuti presso gli Uffici della Direzione Generale della ASL con le organizzazioni sindacali regionali e provinciali, con il Direttore Generale e il Direttore Amministrativo dell’Asl di Taranto, si è giunti dunque ad una svolta:

“Il Direttore Generale si è impegnato a recedere dalla decisione di interrompere i rapporti di lavoro ai dipendenti che hanno avuto il riconoscimento delle indennità arretrate, vale a dire che ritirerà le 25 lettere di licenziamento, con l’impegno ad incontrarsi con i sindacati entro la settimana prossima per stendere un accordo in sede sindacale.

La Asl di fatto, col documento firmato oggi, si impegna a stabilizzare tutti i lavoratori che hanno fatto il ricorso secondo le norme previste dalla legge Madia, cioè terrà in servizio i lavoratori precari che hanno fatto ricorso, fino al completamento del processo di stabilizzazione che può andare anche ben oltre il 2018, che è quello previsto attualmente dalle norme vigenti, ma che è stato superato in queste ore dall’emanazione del Decreto Madia. Dal canto loro i lavoratori ritireranno la richiesta acclarata dal Tribunale delle cinque mensilità”.

Dopo una partecipata manifestazione e innumerevoli incontri si conclude difatti, col segno positivo, una prima battaglia per i diritti dei lavoratori precari.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here