Taranto – La Questura informa

0
304

Buongiorno e buona domenica! Stamattina vi salutiamo riportandovi, in breve, il resoconto delle nostre attività del sabato che ci hanno visti impegnati su più fronti. In particolare, come vi avevamo anticipato ieri mattina, nel tardo pomeriggio, con l’ausilio del nostro “camper” e in collaborazione con una pattuglia della Guardia di Finanza, ci siamo dedicati ad un servizio straordinario del controllo del territorio nella zona Tre Carrare – Battisti. Tra gli obiettivi del servizio, anche la viabilità. Abbiamo controllato complessivamente 9 veicoli, identificato 14 persone e sequestrato due motoveicoli in quanto sprovvisti di assicurazione e i loro conducenti…sprovvisti di patente!
Nel corso del servizio, inoltre, gli Agenti raccoglievano la segnalazione di una passante che riferiva che pochi minuti prima, nel centro cittadino, mentre era alla guida della sua auto incolonnata nel traffico, un uomo aveva tentato di aprire lo sportello per sottrarle la borsa. Non riuscendo nel suo intento in quanto la portiera era bloccata dalla sicura, l’uomo non desisteva e cominciava a dare dei pugni contro il vetro intimando di aprire e di consegnare la borsa ma la donna, non appena le condizioni del traffico lo consentivano, ripartiva sottraendosi all’azione criminosa. Gli Agenti, dunque, segnalavano immediatamente l’accaduto alla Sala Operativa che diramava la segnalazione e la descrizione dell’aggressore agli equipaggi presenti nella zona. Sono bastati pochi minuti agli Agenti per individuare l’uomo. Infatti, una pattuglia dei Falchi immediatamente bloccava l’uomo che veniva accompagnato in Questura per gli approfondimenti del caso. All’esito degli stessi il predetto veniva tratto in arresto ed associato alla Casa Circondariale. Un ottimo lavoro di squadra in cui fondamentale si è rivelata, come sottolineamo sempre, la collaborazione del cittadino che ha provveduto con tempestività a segnalare l’episodio criminoso di cui era stato vittima. In caso di necessità, dunque, ci raccomandiamo: non esitate a contattare immediatamente le forze dell’ordine!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here