Taranto-Potenza: le pagelle

0
358

Le pagelle di Taranto-Potenza:

DE LUCIA 5.5: ingenuo nell’uscita che costa il fallo da rigore su De Stefano; poteva fare di più nell’occasione del raddoppio firmato Marco Esposito. Nella ripresa si mette in mostra con una buonissima parata su Mautone.

IBOJO 6.5: buona la prestazione del difensore ionico.

MBIDA 5.5: impreciso in diverse circostanze.

PAMBIANCHI 6: sufficiente la prova del centrale rossoblù.

NOSA 6: svolge il suo compitino, senza eccedere in giocate particolari.

CIARCIA’ 7: amministra il centrocampo nel migliore dei modi; sfiora anche una marcatura con un bolide di destro fuori misura di poco. Propizia la prima rete di Siclari con un tiro smorzato dalla retroguardia potentina che termina proprio sui piedi dell’attaccante rossoblù.

CHIAVAZZO 5: il suo impatto sulla gara è tutt’altro che positivo; Cazzarò lo sostituisce già al 25′ del primo tempo per lasciar spazio ad Ancora.

MARSEGLIA 7: bene l’esterno mancino ex Mariano Keller, che si rende protagonista anche dell’assist vincente sulla testa di Siclari che vale il momentaneo 2-2.

GAETANO 5.5: nulla di trascendentale da parte del fantasista campano.

GENCHI 7.5: mette lo zampino sul terzo gol di Siclari, visto che il suo compagno di reparto concretizza una sua conclusione deviata sul palo dal portiere Napoli. Nel finale di gara trova la gioia personale con un sinistro sotto la traversa, che gli permette di raggiungere quota 21 marcature in campionato e 50 in totale con la maglia tarantina.

SICLARI 10: la punta del Taranto è perfetta; mette a segno 4 reti importantissime, le prime due frutto di due grandi invenzioni e le restanti messe a segno da autentico rapinatore da area di rigore. Era da 22 anni che un calciatore del Taranto non realizzava un poker nella stessa gara; l’ultimo a riuscirci era stato Sossio Aruta nel ’94.

ANCORA (25′ s.t.) 6.5: il suo ingresso in campo dà vigore alla squadra. Un pizzico di imprecisione e la bravura del portiere avversario gli negano il gol.

GUARDIGLIO (16′ s.t.) 6: mantiene la sua posizione.

ALVINO (34′ s.t) s.v.: poco tempo per valutarlo.

CAZZARO’ 8: probabilmente sbaglia inizialmente qualcosa  nell’undici iniziale, vedasi l’inserimento di Chiavazzo, ma corregge il tutto con il suo solito coraggio. Al posto del centrocampista ex Casertana inserisce Ancora tentando il tutto per tutto per rimontare le due reti del Potenza. La sua benevola spavalderia lo premia con 5 gol che proiettano i rossoblù al secondo posto in classifica. Ora non resta che completare l’opera provando ad agguantare o a superare la Virtus Francavilla.

Francesco Calderone

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here