Taranto – Tony Cannone e la soppressione della sovrintendenza ai Beni Culturali di Taranto

0
466

Oggi in consiglio comunale è stato discusso un ordine del giorno che vedeva impegnata sia la maggioranza che la minoranza sul problema della soppressione della sovrintendenza  ai Beni Culturali di Taranto.
Tutta la maggioranza ha discusso nel merito di una protesta da riportare sia al Ministro Franceschini, sia all’ “abusivo”,sia al Presidente Mattarella.
Hanno aspramente criticato l’operato del Governo su questo provvedimento e tutti sono stati concordi nello scrivere un documento,insieme alla minoranza, di assoluto sdegno su quello che sta per perpetrarsi sul territorio di Taranto.
Questo è il tanto decantato interesse del Governo Renzi su Taranto. Questo significa metterci la faccia? Ricorda la fumosa promessa di Vendola quando annunciò che voleva adottarci e io dissi che era meglio rimanere orfani se questi erano i risultati.
Un Governo marchiato PD, con il suo segretario nazionale, oggi premier,marchiato Pd che con una mano ci dà ( e comunque forse visto che sino ad ora c’è stata solo una cosa in evidenz, una malattia, l’annuncite)  ma con entrambe ci toglie tutto ciò che ci può togliere. È stato un crescendo: la sede della motorizzazione, la sede della Banca d’Italia, la direzione dell’Arsenale, oltre ad altre istituzioni importanti ed ora anche ciò che ci appartiene di diritto: la Sovrintendenza ai Beni Culturali.
Allora mi viene da fare una provocazione agli esponenti cittadini del PD: in considerazione del fatto che da quando governa l’abusivo siamo stati continuamente massacrati, e non dimentichiamo i nove decreti ilva  di cui il nono è assolutamente peggiorativo rispetto ai precedenti inutili otto, perchè  oltre che presentare un inutile ordine del giorno al Governo e al Presidente Mattarella, gli esponennti del Partito Democratico, non mettono in atto una vera protesta e cioè dimettersi in toto dal loro partito dichiarandosi indipendenti?. Con loro faremmo le barricate se prendessero coscienza su questo abuso che sta per abbattersi su Taranto.
Che dite lo faranno? Sarebbe eclatante? Non sortirebbe più effetto?
Ma mutuando una frase  di manzoniana memoria a proposito di don Abbondio direi “il coraggio chi non ce l’ha, non può inventarselo”.
Tony Cannone
Capogruppo “Conservatori e Riformisti”
Consiglio Comunale Taranto

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here