Terremoto Centro Italia: la testimonianza da Roma di uno studente universitario tarantino

0
1060

La terra nel Centro Italia continua a tremare ininterrottamente. Dopo le tre forti scosse registrate tra L’Aquila e Rieti tra le 10.25 e le 11.26, poco dopo le 14.30 è stato avvertito un altro terremoto di magnitudo 5.1. “La Voce di Taranto” ha rintracciato uno studente universitario originario di Taranto, Angelo Riccardi, che attualmente vive a Roma nei pressi della stazione Tiburtina proprio per motivi di studio. Anche nella Capitale infatti le scosse sono state avvertite in maniera molto forte. Questa la sua testimonianza: “Qui si è creato il panico, la gente non sa se urlare per la paura o mettersi a pregare. La prima scossa stamattina è stata di media potenza, non c’è stato un eccessivo panico. Dopo un’ora è arrivata quella più lunga e forte, sembrava non finisse mai e al di là della paura è il senso di impotenza che ti assale e crea sgomento. Non sappiamo cosa fare, specie se come me si abita nei piani alti. Le persone per strada parlano solo del terremoto, tra la paura ed una celata rassegnazione visto che che la giornata andrà avanti così, col timore di una possibile scossa ancora più potente. Poco fa abbiamo sentito un altro terremoto, breve ma molto intenso; ha vibrato tutto prepotentemente. La metropolitana è ferma, le scuole sono evacuate e la città sembra in un limbo d’attesa. E’ pazzesco”.

Francesco Calderone

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here