Trofeo Carlo Di Santo: un evento di successo seguito da un pubblico d’eccellenza

0
536

“Carlo Di Santo era un giornalista sportivo dinamico, passionale e, soprattutto, bravo. Conseguentemente, si poteva accostare al suo nome solo ad un evento di prestigio per poterlo ricordare nella giusta maniera”. Ce l’ha ricordato sua figlia Laura, intervenuta alla kermesse di lunedì 27 al teatro della Villa Peripato di Taranto, alla presenza dei massimi esponenti dello sport tarantino e, soprattutto, di una marea di giovani calciatori, il futuro del pallone tarantino. C’erano, fra gli altri, il presidente del Taranto Fc 1927 Elisabetta Zelatore e il suo vice Tonio Bongiovanni, l’assessore allo sport Francesco Cosa, Fabio Prosperi e Franco Dellisanti, bandiere rossoblù e componenti dell’attuale staff tecnico, il presidente provinciale del Coni Giuseppe Graniglia, i giornalisti Gianni Sebastio (Studio 100), Leo Spalluto (Gazzetta del Mezzogiorno e can. 189), Enrico Losito (TuttoTarantoSport). Ideatori del torneo, tutti i componenti dello staff dell’Albatros, con a capo il presidente Francesco Troccoli e il suo vice Roberto D’Onofrio, autentiche fucine di idee in campo sportivo, capaci di calamitare, in pochi giorni, l’attenzione di tutti gli sportivi tarantini, in varie manifestazioni che gli hanno visti e li vedranno protagonisti. Il torneo Carlo Di Santo è stato ideato in favore dell’Ant. Presenti alcuni medici dello staff (Maria Giovanna Giovinazzi , il Dott. Ciro Valente, Gianfranco Pedullà). Evento presentato da Francesco Leggieri che si è avvalso della collaborazione di Valentina 13494846_10206446787157815_7590388645414498531_n

13502010_10206446785797781_7773231969278013371_n

13507210_10206446788277843_7718608159667769980_n

13521829_10206446786757805_8306138838593973536_n

13532992_10206446785517774_6043524066225906085_n

13567518_10206446789037862_6419241787417077770_nDoro e Carmela Troccoli.
Gran lavoro di Ninni Cannella e di sua figlia Giorgia, nella comunicazione e per le relative foto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here