Un ulivo alla Cittadella per la giornata della Fisioterapia

0
323

L’otto settembre è la giornata mondiale della Fisioterapia; l’associazione pugliese dei fisioterapisti ha pensato di celebrarla attraverso un gesto simbolico e al tempo stesso rappresentativo della professione stessa; adottare come simbolo della Fisioterapia l’albero dell’ulivo.
E proprio un ulivo sarà donato alla Cittadella della Carità in una cerimonia che si terrà giovedì 8 settembre 2016 alle ore 9.30, alla presenza del Vicepresidente del Consiglio Regionale Giandiego Gatta, del Vicepresidente della Provincia Gianni Azzaro, del presidente regionale e del responsabile provinciale dell’A.I.FI Puglia Eugenio D’Amato e Alessandro Stasi.
L’ulivo è simbolo di forza, resistenza, pace, trionfo, fede, vittoria ed onore, ma anche di sofferenza e di lotta per via di ciò che è accaduto a questa longeva pianata a causa dell’attacco della xylella fastidiosa. Questo albero per i fisioterapisti pugliesi rappresenta la dedizione e l’impegno nel recupero e nella riabilitazione dei pazienti.
L’evento ha ottenuto il patrocinio della Regione Puglia, della Provincia di Taranto e del Comune di Taranto e si realizza grazie all’impegno delle officine ortopediche TOMBOLINI. Saranno presenti i fisioterapisti, gli studenti dei corsi di laurea delle Professioni Sanitarie, i dipendenti, i dirigenti ed i pazienti della Cittadella della Carità; una targa ricorderà la funzione celebrativa di questa pianta. La manifestazione sarà allietata dalla Banda Municipale Città di Crispiano diretta dal prof. Bolognino.
I fisioterapisti pianteranno l’ulivo nei centri di riabilitazione, da qui la scelta della Cittadella della Carità, da sempre attenta alla riabilitazione della persona e all’accoglienza dell’individuo. Questa sarà un’occasione per ricordare tutto l’anno l’otto settembre, per far in modo che questa giornata sia conosciuta da un numero sempre maggiore di cittadini.

L’Ulivo ha avuto tante attenzioni fin dall’antichità, infatti è presente nella simbologia e nei miti fin dalla preistoria. Grazie alla capacità di rigenerarsi dalle sue stesse radici, può rappresentare il simbolo della rinascita. L’albero dell’ulivo fa parte dello
stemma della nostra Regione.
“Adottare L’ulivo come simbolo della Fisioterapia in Puglia ci riporta al significato del termine fisioterapia”. Questo il pensiero di Eugenio D’Amato, presidente A.I.FI. Puglia, che attribuisce al gesto un alto valore simbolico. Infatti la lotta dei pugliesi contro l’abbattimento degli ulivi colpiti dalla xylella fastidiosa può rappresentare la dedizione con cui i fisioterapisti si impegnano al recupero delle funzioni alterate dalle patologie. “Chi afferma che la nostra terapia- continua D’Amato – non è importante perché non è legata all’emergenza probabilmente confonde il ruolo del servizio sanitario che deve assicurare il benessere di tutti i cittadini. L’ulivo simbolo di pace, forza, vittoria, rinascita, salvezza e prosperità può rappresentare la nostra professione, moderna e con radici profonde”.
L’ A.I.FI. pugliese scelse, nel 2015, di festeggiare questa ricorrenza andando in udienza da Papa Francesco. In mille fra fisioterapisti, parenti, amici e pazienti incontrarono in Piazza San Pietro Papa Bergoglio .

Insomma modi nuovi di ricordare alla società tutta che quella del fisioterapista è una professione moderna con solide radici. Le più antiche tracce di fisioterapia risalgono addirittura al 460 a.C., quando Ippocrate utilizzava tecniche manuali di massaggio e di idroterapia. Tra i primissimi praticanti della professione troviamo anche Galeno (500 a.C., circa), che con Ippocrate è fra i “padri fondatori” della medicina.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here