Vertenza Natuzzi

0
447

Domani (28 luglio) i sindacati di categoria Filca Feneal e Fillea di Puglia e Basilicata hanno indetto un’Assemblea pubblica per i lavoratori Natuzzi, rivolta in particolare ai 330 lavoratori del gruppo in CIGS a zero ore.

Nel corso dell’Assemblea oltre all’aggiornamento sulla attuale situazione e sulle prospettive anche alla luce della procedura di mobilità avviata ieri dall’azienda, saranno decise le iniziative da intraprendere nell’immediato.

Il Seg. Gen. della Fillea CGIL Puglia Silvano Penna, ritiene quanto mai necessario che già nell’incontro di procedura previsto per il giorno 4 agosto vi sia una prima forte e concreta risposta alla decisione assunta dalla Natuzzi, con la mobilitazione e presidio dei lavoratori nel luogo ove avrà corso l’incontro.

La Fillea di Puglia nel ribadire ancora una volta che l’azienda, le istituzioni devono impegnarsi concretamente perché nessun posto di lavoro venga perso ma soprattutto perché si avvii concretamente un processo di reindustrializzazione dell’intero territorio, ed in particolare nello stabilimento Natuzzi di Ginosa, pur prendendo atto che il Ministro Poletti ieri a Bari ha dichiarato testualmente che “non lasceremo nessuno a piedi”, ritiene necessario un impegno che vada al di là delle mere dichiarazioni.

Domani in occasione della visita a Taranto del Presidente del Consiglio Matteo Renzi, sarà opportuno che il capo del Governo dimostri maggiore attenzione ai problemi del territorio e del lavoro e a tal proposito sarà bene che comprenda che il lavoro a Taranto non è solo ILVA per la quale siamo fortemente impegnati per la difesa dei posti di lavoro rappresentati dall’indotto della stessa ILVA.

Ginosa con lo stabilimento Natuzzi rappresenta un insediamento industriale per noi irrinunciabile, ci aspettiamo quindi che sulla Vertenza Natuzzi vi sia tutta l’attenzione necessaria

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here