Via Liguria, altra protesta!

0
374

Fuori la merce dai locali

Pomo della discordia, mancanza di servizi e parcheggio per l’utenza. E, come se non bastasse, sono arrivati i cordoli.

Commercianti di via Liguria, altra protesta clamorosa prevista per oggi, lunedì 21 novembre, vigilia di Santa Cecilia. La scorsa settimana vetrine listate a lutto e lumicini esposti all’ingresso delle attività. Oggi, dunque, altra modalità. Stavolta i commercianti della “galleria a cielo aperto”, richiameranno l’attenzione dell’opinione pubblica esponendo simbolicamente la propria merce all’esterno dei propri locali.

Destinataria di un gesto senza precedenti, l’Amministrazione comunale accusata di non prevedere in zona i servizi necessari all’utenza interessata allo shopping (parcheggi in primis). Il Comune, per contro, nei giorni scorsi ha iniziato ad installare anche i cordoli lungo tutta l’arteria principale del quartiere Italia-Montegranaro, cancellando di fatto la “sosta breve”.

I commercianti protagonisti della protesta fanno scorta dell’esperienza dei colleghi di via Principe Amedeo e Cesare Battisti, messi a dura prova a causa di una forte crisi. Più volte invitato alla riflessione, il Comune, con particolare riferimento al sindaco di Taranto, Ippazio Stefano, non avrebbe fornito risposte esaurienti proseguendo per la sua strada.

I cordoli come pomo della discordia e punta avanzata di un malcontento che sta mettendo a dura prova la resistenza dei commercianti. Sono più di 2600 le imprese presenti sul territorio chiuse in cinque anni. Due attività chiuse ogni giorno, questo il ritmo della serrata che non conosce soste. Più volte le categorie di commercio, servizi e turismo riconducibili a Confcommercio, hanno provato a sollecitare Amministrazione comunale, forze politiche del territorio e le istituzioni regionali e dello Stato ad intervenire per provare a fare squadra nel contenere la deriva sociale ed economica del capoluogo tarantino. Fino ad oggi, secondo i vertici dell’associazione di viale Magna Grecia, non sarebbe giunto alcun segnale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here